Presentazione

Santa Maria della Scala

Il Corso di Laurea Magistrale ha come obiettivo di formare laureati con una preparazione di livello avanzato relativamente alle manifestazioni artistiche e architettoniche dall’età paleocristiana ai giorni nostri. Tale preparazione, sulla base delle conoscenze acquisite con la Laurea, potrà approfondirsi maggiormente in termini di tematiche trattate e di sviluppo di autonomo senso critico da parte dello studente. Gli insegnamenti in discipline storico-artistiche e architettoniche  rappresentano di conseguenza la parte preponderante dell’offerta formativa.

  • Gli insegnamenti del I anno assicurano una solida preparazione complessiva in Storia dell’arte mentre il II anno è dedicato esclusivamente ad insegnamenti specialistici: gli studenti potranno indirizzare la propria formazione in uno dei tre ambiti che caratterizzano gli studi del settore, cioè l’arte medievale, l’arte moderna e l’arte contemporanea.
  • Gli approfondimenti di carattere storico-artistico si affiancano all’acquisizione della conoscenza delle vicende storiche, filosofiche, religiose, letterarie, culturali coeve, senza la quale sarebbe impossibile una piena comprensione delle motivazioni, della genesi e degli esiti della produzione artistica e architettonica. Completano il profilo formativo degli studenti l’acquisizione di ulteriori conoscenze linguistiche, abilità informatiche e la possibilità di intraprendere attività di stage e tirocini presso istituzioni pubbliche e private che operano nel settore dei beni culturali
  • Le prospettive occupazionali immediate del laureato magistrale in Storia dell’arte si collocano prevalentemente nell’ambito delle istituzioni pubbliche e private che si occupano di beni culturali, sia a livello statale che locale (Soprintendenze, Musei e Pinacoteche, Archivi e istituzioni private che organizzano mostre d'arte, storiche ed eventi speciali).  Altro settore di possibile occupazione è quello dell’editoria. Non è naturalmente esclusa la possibilità di attività occupazionali autonome: sia sotto forma di Associazioni o Cooperative in grado di offrire servizi nel campo del turismo culturale o della ricerca e documentazione; sia come periti qualificati presso i Tribunali, relativamente ad ogni attività giudiziaria che vede coinvolti dei beni culturali; sia, soprattutto per i laureati con indirizzo in arte contemporanea, come curatori e/o ideatori di mostre ed eventi concernenti la produzione artistica contemporanea.. Il percorso formativo consente inoltre di acquisire i requisiti previsti per l'abilitazione all'in-segnamento della Storia dell’arte nelle scuole secondarie superiori. Il percorso formativo può proseguire nelle Scuole di Specializzazione, nei Master di secondo livello, nel Dottorato di ricerca.